Pontedera-Lucchese derby-spettacolo; Bragadin in prestito allo Scandicci

CALCIO C - E' il 33esimo confronto in campionato tra rossoneri e granata. Sul campo dei pisani tradizione quasi in perfetta parità con 5 vittorie della Lucchese. L'ultima il 3 ottobre di un anno fa quando la Panterà passò con un pirotecnico 4 a 2. Ma negli ultimi anni ci sono state anche cocenti delusioni.

-

Nulla da eccepire: alla Lucchese piove sul bagnato. Due giornate di squalifica a Jacopo Fanucchi che priveranno la Pantera del suo leader sabato a Pontedera ma anche alla ripresa del campionato, lunedì 22 gennaio, nell’atteso posticipo del Porta Elisa contro la capolista Livorno. Una tegola che non ci voleva e che complica i piani di riscossa di Lopez. Intanto i freddi numeri ci dicono che quella del Mannucci sarà la 33esima sfida in campionato tra Pontedera e Lucchese. Bilancio leggermente favorevole ai granata locali con sette vittorie contro le cinque dei rossoneri e quattro pareggi curiosamente tutti a reti bianche. Il nostro pallone racconta delle ultime tre stagioni in Lega Pro tornata poi serie C. Il 7 febbraio 2015 il Pontedera s’impose 2 a 0. Primo tempo equilibrato poi la Lucchese rimase in dieci per l’espulsione del mediano Degeri e lì il match diventò tutto in salita. I padroni di casa ne appprofittarono andando a segno prima con Luperini e successivamente con Libertazzi. La sostanza non cambiò l’anno dopo. Il 20 marzo 2016 fu ancora Pontedera stavolta per 3 a 1. Un bolide di Della Latta dal limite dell’area sbloccò il risultato ma la Lucchese seppe reagire bene e pervenne al pareggio grazie ad un rigore di Pozzebon dopo atterramento di Fanucchi. La gara si decise nella ripresa con Scappini protagonista assoluto e autore di una doppietta: prima raccogliendo una corta respinta di Di Masi e poi su calcio di rigore. Mannucci stregato ? Beh, un pò sì. Tale e forte la convinzione fu anche il 3 ottobre di un anno fa quando dopo una ventina di minuti da imbambolamento generale la Lucchese si ritrovò sotto di due reti. Doppietta dell’ex-Santini. Ma a quel punto qualcosa scattò nell’orgoglio dei rossoneri che riuscirono a ribaltare tutto imponendosi 4 a 2. Da incubo conclamato la serata si trasformò in un piacevole trionfo grazie alle reti di Forte (doppietta per il bomber) Martinez e De Feo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.