Rischio idrogeologico: lavori sui canali di montagna

STAZZEMA - Sono in via di ultimazione i lavori avviati dal Consorzio Bonifica Toscana Nord per la messa in sicurezza del Canale della Mulina dove è stato ripulito e regimentato l’alveo del torrente. Sono state ricostruite le sponde con delle scogliere con opere di ingegneria naturalistica.

-

Si è provveduto a liberare il canale dall’ampia vegetazione che ostruiva il passaggio dell’acqua, con stabilizzazione delle piante che si affacciano sul canale per evitare che alle prossime piogge si possano ripetere problematiche analoghe. Analoghi interventi sono stati svolti con un finanziamento del Consorzio di Bonifica, che ha operato in stretta collaborazione con il Comune di Stazzema, sul fosso di Pomezzana, sul fosso di Stazzema e sul versante di Farnocchia per complessivi due milioni di euro circa.

“Gli eventi del 5 marzo 2017 avevano lasciato una eredità di migliaia di piante”, commenta il Vice Sindaco Egidio Pelagatti, “che insistevano sradicate sui corsi d’acqua della montagna con un duplice pericolo, da una parte l’invasione degli alvei e quindi la diminuita capacità dei corsi d’acqua di smaltire le piogge, e dall’altra lo sradicamento degli alberi che da sempre tengono il territorio con le loro radici.”

Lascia per primo un commento

Lascia un commento