Siena troppo forte, Lucchese battuta al Porta Elisa

CALCIO C - I rossoneri dopo essere passati in vantaggio sono stati superati 4-1 dagli ospiti. Dopo 36 anni il Siena è tornato ad espugnare il Porta Elisa.

-

 

La gara interna con il Siena si gioca l’antivigilia di Natale. In piu’ c’è la diretta su Rai Sport e il Porta Elisa e’ semivuoto. In curva uno striscione che dichiara finito qualsiasi rapporto fra tifosi e societa’. Parte fortissimo la Lucchese che dopo tre minuti passa in vantaggio. La difesa del Siena sbaglia il fuorigioco e Tavanti imbecca Del Sante per il gol del vantaggio rossonero. Sebra una buona giornata per i ragazzi di Lopez ma così non sara’. Troppo svagata la Pantera.Troppo forte il Siena che gia’ al decimo impatta il risultato. Cristiani è agile e veloce. Si insinua dietro le linee e batte Albertoni in uscita. E’ il preludio a un mezzo disastro che ricaccera’ la Lucchese indietro in classifica. Dopo due minuti l’ex Marotta infatti colpisce di testa a botta sicura. Albertoni respinge. Al 19 la frittata e’ fatta. A ribaltare il risultato è Rondanini che insacca senza difficolta’. Un gol che pesa come un macigno sul morale rossonero. La Lucchese infatti non accenna neppure una reazione e gia’ prima della mezz’ora la gara è chiusa. A mettere una pietra tombale sul derby ancora Rondanini che segna la propria doppietta personale andando in rete sugli sviluppi di un corner.
Peggio ancora la ripresa che all’11esimo segna la disfatta rossonera con Fanucchi che protesta con l’arbitro per una trattenuta su un compagno e alla fine si becca il rosso diretto. In 10 e sotto di due reti la Lucchese è come se fosse fuori dal terreno di giuoco. Il poker bianconero arriva al 33 e lo segna Marotta.
Dopo 36 anni il Siena espugna il Porta Elisa. La Lucchese deve ritrovare il bandolo. Un punto in quattro gare rappresenta una media in linea con la retrocessione in serie D. Al di la’ delle vicende societarie tocca a Lopez rimettere insieme i pezzi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.