Attentato incendiario di Capriglia, i gestori: “Siamo spaventati, ma andiamo avanti”

PIETRASANTA - “Per noi oggi, dopo l'attentato incendiario contro lo stabile a Capriglia sul quale si sta lavorando per renderlo idoneo all'ospitalità dei richiedenti asilo, la situazione è più difficile che mai” . Sono spaventati i 2 responsabili dell'associazione incaricata dell'ospitalità di 20 migranti nello stabile in collina sopra Pietrasanta, e se prima dell'attentato alla casa sulla quale sono in corso lavori per la messa a norma, erano disposti a trovare soluzioni alternative per soddisfare gli abitanti, ora, non ci sarà più nessuna trattativa. I migranti del Ghana andranno li.

-

L’attentato incendiario ha scosso la sensibilità della piccolissima comunità collinare. Il proprietario di una casa confinante con quella scelta per il progetto di accoglienza, temendo un nuovo scellerato gesto da parte di qualche facinoroso, ha attaccato un cartello spiegando che la sua casa niente ha a che fare con l’immobile per migranti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.