Ghiviborgo-Viareggio finisce 2-2; un grande Real Forte espugna Ponsacco

CALCIO D - Ghiviborgo-Viareggio era il match più atteso della 19esima giornata. La gara delle Terme di Bagni di Lucca aveva risvolti importanti sia per l'alta classifica che per evitare i playout. I biancorossoazzurri di mister Venturi cercavano anche la rivincita rispetto al match di andata quando al Pini le zebre s'imposero nettamente per 3 a 0.

-

Avvio scoppiettante del derby. All’11esimo Viareggio in vantaggio con Minichino che trova il tiro vincente dai 16 metri. Immediata la replica del Ghiviborgo che 3′ più tardi perviene al pareggio con Ciccio Di Paola che insacca servito alla perfezione da Masini sugli sviluppi di un calcio di punizione. E’ il classico gol dell’ex quello del capitano del Ghiviborgo. Al 28° Ghivi ancora pericoloso con Rubechini che va al tiro da posizione defilata costringendo il portiere alla deviazione in angolo. Sugli sviluppi Masini al tiro da fuori ma palla a lato. Ma al 33esimo il Ghiviborgo si porta meritatamente in vantaggio con Daniel Gemignani che scocca un gran tiro dai 25 metri che s’insacca alla destra del portiere viareggino. Curiosamente è ancora un gol dell’ex. In avvio di ripresa il Viareggio si rovescia in avanti alla ricerca del pareggio. Ma è sempre il Ghiviborgo la squadra più pericolosa e Cipriani il portiere più sollecitato. Di Paolo non trova il 3 a 1 e così al 14esimo il Viareggio si riporta in parità con Vanni che di testa insacca su cross proveniente dalla sinistra. Nel Ghiviborgo entra Brizzi al posto di Bassano. Poi dentro anche Michelotti per Gemignani mentre nel Viareggio Chicchiarelli rileva Galligani. Nel finale sembra prevalere la paura di perdere rispetto alla voglia di vincere. E affiora anche un pò di logica stanchezza. Il derby finisce così con un giusto risultato di parità: 2 a 2. Tra le altre partite della giornata ricordiamo l’impresa del Real Forte che espugna (2-1) il campo della capolista Ponsacco mentre il Seravezza in rimonta ha battuto (3-1) lo lo Scandicci.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.