La Festa del regalo a Castiglione; una storia antica, lunga 387 anni

CASTIGLIONE GARFAGNANA - E' un rito che si ripete da 387 anni, la pubblica amministrazione di Castiglione Garfagnana ringrazia ufficialmente la madonna del rosario per la scampata pestilenza del 1630 con un impegno che ogni anno si rinnova nelle mani di un giovane di età inferiore a sette anni, tutto questo avviene la prima domenica dell'anno

-

Il bambino viene ricevuto in comune e gli viene affidato l’incarico ufficiale oltra alla poltrona di primo cittadino. Quest’anno è stato Lorenzo Lucchesi di 4 anni accompagnato dei genitori Nico e Fabiola e dalla sorellina Letizia. Lorenzo ha preso possesso del comune indossando la fascia tricolore, poi la lettura dell’impegno e la nomina per l’incarico ufficiale. Quando Lorenzo con le autorità è uscito dal comune la filarmonica alpina diretta da Silvano Marcalli gli ha reso omaggio con alcuni brani musicali. Poi, tutti in corteo verso la chiesa dove di nuovo c’è stato l’omaggio musicale, e durante la santa messa, celebrata da Don Giovanni Grassi e alla presenza di autorità civili e Militari e una chiesa chiesa gremita di fedeli, il piccolo Lorenzo ha consegnato nelle mani del parroco il vassoio con oro incenso e mirra per la Madonna. Questo antichissimo rito, che prende il nome di “festa del regalo”, è particolarmente sentito da tutta la comunità e si rinnova ormai da quasi quattro secoli di anno in anno per essere stati risparmiati dalla peste che colpi mezza italia. Al termine della messa c’è stata una doppia festa: è stata inaugurata la sala della musica di Castiglione Garfagnana completamente rinnovata, dove è possibile vedere tantissime fotografie che raccontano la lunga e gloriosa storia della Filarmonica Alpina di Castiglione, la nuova sede oltre che ospitare i corsi e le prove della banda è anche un piccolo museo. La cerimonia si è conclusa poi con il rito di Cilin domine a favore del giovane Lorenzo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.