Lucca, da lunedì il via ai lavori in tre piazze del centro storico

LUCCA - Partono da lunedì prossimo i lavori di riqualificazione di piazza del Collegio, piazza Bernardini e piazza Napoleone in centro storico a Lucca, un intervento, del costo di 543 mila euro.

-

Iniziamo da piazza del Collegio dove si lavorerà per sostituire le condotte idriche e i sottoservizi. L’asfalto nero sarà sostituito da quello architettonico e verranno rimosse le pietre per realizzare un massetto in calcestruzzo armato,  più resistente al passaggio dei mezzi. Prevista anche la realizzazione del marciapiede adiacente alla chiesa. I lavori comporteranno il divieto di sosta già da lunedì prossimo su metà del parcheggio per residenti. La chiusura totale della piazza avverrà soltanto quando si procederà al rifacimento dell’asfalto e durerà circa un mese. A partire da martedì 16 gennaio sarà possibile parcheggiare sul retro del Real Collegio accedendo da via della Cavallerizza.

Anche in piazza Bernardini saranno sostituiti i sottoservizi e sarà ricostruito il lastricato in pietra davanti al palazzo. Inizialmente saranno persi 8 posti auto e quindi già da lunedì prossimo 15 gennaio, sarà possibile parcheggiare in piazza San Quirico. Successivamente, come in piazza del Collegio, la chiusura totale della piazza per i lavori di  asfaltatura durerà circa un mese. In questo caso ai residenti sarà consentita la sosta in piazza Antelminelli.

Infine, piazza Napoleone. Qui l’intervento riguarderà il tratto di collegamento con via Vittorio Veneto, adiacente a palazzo Ducale, che risulta usurato soprattutto dal passaggio dei mezzi del trasporto pubblico. . Come per le altre due piazze, anche per questa opera saranno rimosse le pietre, rinforzato il piano d’appoggio per poi riposizionare il lastricato. Per consentire l’intervento da lunedì sarà modificato il percorso delle navette.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.