Una squadra di versiliesi in gara in Francia al 31° FIPA

FORTE DEI MARMI - Ci sarà un pezzo di Versilia in gara al prossimo Fipa - Festival International de Programmes Audiovisuels di Biarritz, in Francia, in programma il 23 e 25 gennaio, grazie al docu-film diretto dal fortemarmino Matteo Raffaelli.

-

Un quadro inedito della cultura africana, la sua economia e il suo relativo tessuto sociale, dell’Europa dei migranti e dell’impatto che azioni di commercio massivo e consumo incontrollato possono avere sul sistema globale e nella vita di tutti i giorni, partendo dall’esperienza di un mareyeur senegalese, per arrivare fino a noi. È questo Mareyeurs, documentario di Matteo Raffaelli (già membro del Cda della Fondazione Villa Bertelli) prodotto da Ocean Film di Francesco Congiu, in gara a uno dei più autorevoli festival di audiovisivo internazionali.

Nato grazie al lavoro di una squadra interamente versiliese, selezionato tra oltre 1300 proposte giunte da tutto il mondo, il documentario di Matteo Raffaelli parte dalla storia di un giovane mareyer senagalese, Ibrahima, per toccare temi universali, tra etica del consumo e politica globale, per offrire un quadro inedito del commercio ittico intercontinentale, legato alle migrazioni, e un racconto attento e minuzioso di come lo stravolgimento di una filiera produttiva locale possa andare a intaccare la vita quotidiana di tutti, su scala mondiale.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.