Confindustria incalza i candidati: “Servono risposte concrete ai problemi delle imprese”

LUCCA - Ottenere risposte concrete dalla politica ai bisogni delle attività produttive sul territorio. Con questo obiettivo la Confindustria Toscana Nord ha promosso un incontro con i candidati alle prossime elezioni del 4 marzo.

-

 

L’iniziativa è stata fortemente voluta dal presidente degli industriali Giulio Grossi. All’incontro si sono presentati Stefano Baccelli e Andrea Marcucci del centrosinistra, Massimo Mallegni e Riccardo Zucconi per il centrodestra, Laura Bottici e Sara Paglini per il Movimento 5 Stelle, Cecilia Carmassi di Liberi e Uguali, Fabio Barsanti di Casapound e Mauro Domenici del Popolo della Famiglia.

Fra i temi trattati c’è stato quello ambientale e in particolare la gestione degli scarti di lavorazione, che non riguarda solo il settore cartario ma anche quello tessile, il lapideo ed il settore edile. Un problema che, dicono gli industriali, sta diventando esplosivo e sul quale c’è bisogno di decisioni coraggiose e realistiche. Altri temi all’ordine del giorno sono stati quelli della penalizzazione delle imprese italiane in tema di costi energetici e quello delle infrastrutture per il trasporto di persone e merci: dall’aeroporto di Firenze alle ferrovie, a strade e autostrade. E proprio sulle infrastrutture c’è stato un botta e risposta tra Zucconi e Baccelli. Il candidato del centrodestra ha detto che in questi anni si è promesso tanto e fatto poco, il consigliere regionale ha ribattuto ricordando le opere realizzate e sottolineando che Assi viari e nuovo Ponte sul Serchio sono progetti ormai finanziati e pronti per partire.

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento