Il giorno del Ricordo celebrato all’istituto Carrara

LUCCA - La tragedia delle foibe e l'esodo forzato degli italiani dall'Istria e dalla Dalmazia. Una pagina di storia dimenticata, in parte volutamente, ma riscoperta da alcuni anni a questa parte. La Prefettura di Lucca ha scelto di celebrare il giorno del Ricordo all'istituto scolastico Carrara.

-

Alla presenza delle autorità e dello stesso prefetto Maria Laura Simonetti, è stata rievocata quindi la tragedia dei massacri dei nostri connazionali ad opera del regime comunista jugoslavo e il dramma degli esuli che dovettero fuggire in Italia.

Sergio Maraschin, dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia ha ribadito la necessità di far concoscere ai giovani quanto accaduto settant’anni fa.

Il professore Stefano Bucciarelli, dell’istituto storico della Resistenza e dell’età contemporaneo, ha invece spiegato in che misura la cIttà di Lucca fu interessata dall’esodo giuliano – dalmata: per la città delle mura transitarono circa 1200 esuli, ospitati in prevalenza all’ex Real Collegio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.