La voce dei bambini per inaugurare il Monumento agli Sminatori

SERAVEZZA - A memoria perenne di coloro che, mettendo a repentaglio la loro vita, si adoperarono dopo la Seconda Guerra Mondiale per la bonifica del territorio da mine e ordigni bellici, contribuendo in tal modo a dare sicurezza e un'opportunità di rinascita alla Versilia.

-

È questo il significato del Monumento agli Sminatori, inaugurato a Ripa con una grande partecipazione di cittadini nei giardini di piazza Lorenzo Iacopi. Un segno di riconoscenza a quei coraggiosi volontari, a settant’anni dalla chiusura della fase più impegnativa e critica dello sminamento postbellico in Versilia. Come ricordato dal colonnello Vittorio Lino Biondi, ex artificiere capo.

Nell’occasione sono stati ricordati i sei versiliesi periti fra il settembre 1945 e il luglio 1946 nelle operazioni di sminamento del Monte di Ripa e della zona di Porta.

Presente, oltre all’Anpi, le amministrazioni di Seravezza (con in testa il sindaco Riccardo Tarabella), di Forte dei Marmi e Montignoso. E soprattutto gli studenti delle medie “Enrico Pea” di Marzocchino e delle elementari di Ripa, che hanno fatto da cornice alla cerimonia di benedizione, officiata dal parroco Don Roberto Buratti.

 

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.