I maestri futuristi dell’incisione in mostra alla Fondazione Ragghianti

LUCCA - Ha aperto i battenti alla Fondazione Ragghianti la mostra "Il segno dell’avanguardia. I Futuristi e l’incisione", a cura di Francesco Parisi e Giorgio Marini.

-

La mostra, che inaugura il nuovo anno espositivo della Fondazione, è dedicata a un aspetto meno noto, ma di grande interesse, del fenomeno futurista: l’incisione. L’esposizione si sviluppa lungo un ampio arco temporale che, dalla fine del XIX secolo, arriva sino al 1944, anno in cui morì Filippo Tommaso Marinetti, fondatore del Futurismo.

Alla Fondazione Ragghianti sono state raccolte circa 130 opere di artisti tra i quali Boccioni, Carrà, Sironi e Soffici. Per comprendere meglio la storia della grafica futurista, il percorso espositivo è suddiviso in tre sezioni cronologiche: Simbolismo, Prefuturismo e Futurismo. Completano la rassegna opere grafiche di incisori che parteciparono al movimento futurista soltanto per una breve stagione.

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.