Assi Viari, appello del sindaco Sara D’Ambrosio ai parlamentari

ALTOPASCIO - “Faccio appello ai parlamentari eletti del nostro territorio: la Piana ha bisogno di interventi strutturali sulla qualità dell'aria, a partire da una nuova viabilità e una più efficace mobilità - ha detto il sindaco di Altopascio -. Non trasformiamo gli assi viari, il raddoppio ferroviario o qualsiasi altro progetto in cantiere o in corso di realizzazione in una strumentalizzazione politica perché questo significherebbe deteriorare progressivamente il nostro territorio”.

-

Lo dice il sindaco di Altopascio, Sara D’Ambrosio, in risposta alle esternazioni dei giorni scorsi del neodeputato del centrodestra, Riccardo Zucconi, e in generale come tentativo di mantenere al centro del dibattito pubblico, istituzionale e politico del territorio proprio i temi della viabilità, del traffico e, quindi, dell’ambiente.
“Ora che sono cambiate le forze politiche di maggioranza e quindi anche le persone che siedono tra i banchi del Parlamento – commenta – sarebbe un grave errore buttare via il lungo lavoro di questi anni solo perché portato avanti da politici appartenenti a partiti avversari. Il percorso intrapreso fino a qui è importante, utile, condiviso e soprattutto finanziato: quindi va mantenuto e portato a conclusione. Incontriamoci, chiedo ai parlamentari di convocare tutti i sindaci coinvolti e i consiglieri regionali che rappresentano il nostro territorio, per muoverci in blocco verso l’ottenimento di ciò che chiediamo da anni e che ora, finalmente, ha trovato anche coperture finanziarie vere: gli Assi viari, nel loro complesso, quindi primo e secondo lotto (che comprende anche il terzo lotto della Circonvallazione di Altopascio), ma anche progetti relativi a una nuova concezione della mobilità”.
“Ho letto che Zucconi intende convocare i sindaci di Lucca e Capannori – prosegue – vorrei ricordargli che se non coinvolgiamo anche Altopascio, Porcari e Montecarlo il problema della viabilità nella Piana di Lucca non verrà risolto. Oltretutto il comune di Altopascio è direttamente toccato dal progetto, visto che qui dovrà essere realizzato il terzo lotto della Circonvallazione – opera che nel nostro paese mette tutti d’accordo -, con l’obiettivo di drenare il traffico dal centro e dalle frazioni, soprattutto quello dei mezzi pesanti, con una ricaduta positiva non solo per la provincia di Lucca, ma anche per quelle limitrofe: opera ancora più necessaria ora che stiamo lavorando per arrivare alla progettazione definitiva del sottopasso ferroviario in via Romea. Anche su questo, inoltre, chiedo massimo impegno e una presa di posizione forte da parte dei neoeletti, perché abbiamo bisogno di fare presto e di dare garanzie di sviluppo e di crescita, economica, infrastrutturale, ma anche sociale, alle nostre rispettive comunità”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento