Gesam Le Mura ospita il Broni; una sgassata e via per… ripartire

BASKET A1 DONNE - E' la terza giornata della fase ad orologio. Il Gesam Le Mura campione d'Italia ospita il Broni al Palatagliate. Dopo la sconfitta contro San Martino di Lupari le biancorosse sembrano ormai relegate al sesto posto. Ma coach Serventi chiede una reazione d'orgogio dopo le ultime prestazioni sottotono di Crippa & C.

-

 

Ci vorrebbe il mare… cantava Marco Masini in una bellissima e struggente canzone di qualche anno fa. Il furioso coach Serventi del durante e del dopo Le Mura-S.Martino di Lupari, si accontenterebbe anche di una semplice vittoria, ma soprattutto vorrebbe una prestazione convincente. Arriva la Techedge Broni già travolta (84-46) lo scorso 9 dicembre. In effetti da un pò di tempo la squadra campione d’Italia pare essersi così…smarrita. Tranne che nella final four di Coppa Italia con il successo su Venezia in semifinale salvo cedere poi all’imbattibile Schio, Crippa & c. hanno smarrito la verve e la efficacia che ne avevano contraddistinto il cammino nella prima fase stagionale tanto da portare Lucca anche al comando della classiifca a braccetto con Schio.

A proposito di classifica diamole uno sguardo verificando in ottica poule-scudetto come ormai siano definite le prime tre piazze appannaggio di Schio, Venezia e Ragusa. Tra il quarto e sesto posto ballano invece Napoli, San Martino e Lucca. Broni e Torino dovrebbero comopletare la griglia.

Ingiusto fare considerazioni del genere ma forse il sesto posto con relativo accoppiamento alla terza, il Ragusa, e con la possibilità di evitare Schio in semifinale, non sarebbe poi così malaccio. Ragionamenti che si fanno sulla carta ma il parquet è un’altra cosa. E dobbiamo sinceramente ribadirlo. La Gesam del presidente Cavallo deve ritrovare l’antico smalto. Chiaro che nessuno pretende la luna, quella l’hanno già presa lo scorso 7 maggio, e l’anno-zero è stato più volte evocato. Però accontentarsi non sarebbe bello e noi siamo convinti che il rabbioso e determinato Serventi scuoterà le sue ragazze. Forse una semifinale-scudetto è possibile. E allora perchè non provarci ?

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.