Lucchese, il pensiero va alla temibile trasferta al Marmi di Carrara

CALCIO C - Dopo il pareggio a reti bianche con il Gavorrano prosegue il tour de force della Lucchese attesa sabato prossimo (ore 14,30) dalla temibile ed ostica trasferta di Carrara. Campo notoriamente difficile ostico quello degli apuani tanto che i rossoneri dovranno superarsi. Probabile forfati di Cecchini: Tavanti e Russu sulle fasce. Imminente la cessione della società a Grassini.

-

Quando al quarto d’ora del primo tempo Jacopo Fanucchi ha sprecato così (non è da lui ma può capitare) l’occasione più nitida, una delle poche ad onor del vero di tutta la parita, si è avuta netta la sensazione che forse Lucchese-Gavorrano sarebbe finita 0 a 0. E così è stato. Pareggio che non rilancia del tutto in zona tranquilità la Lucchese che tuttavia può e deve guardare con fiducia allo scampolo finale di campionato. Certo è che la gara contro i maremmani di Favarin ha ribadito le ormai proverbiali lacune dei rossoneri che faticano a concretizzare negli ultimi 25 metri. Non a caso la squadra di Lopez ha segnato finora solo 25 reti in 27 partite alla media di neppure un gol a partita: proprio come il Gavorrano. Peggio hanno fatto solo Cuneo e Prato. D’altronde per vedere il piatto mezzo pieno si potrebbe obiettare che la difesa è imbattuta da due partite e che Albertoni non ha dovuto esibirsi poi in interventi particolarmente importanti.

Ma del destino della Lucchese (non solo quello societario con la cessione a Grassini che pare ormai imminente) ne sapremo di più nelle prossime tre settimane. Un autentico tour de force attende infatti i rossoneri con sei partite nel breve volgere di una ventina di giorni. A cominciare dalla temibile ed ostica trasferta di sabato prossimo (ore 14,30) a Carrara. Al Marmi si ricorda una promozione di qualche anno fa, ma anche diversi rovesci subìti dalla Pantera nel contesto di una tradizione non troppo favorevole. Consoliamoci ricordando il match di andata giocato lo scorso 29 ottobre al Porta Elisa. Finì 3 a 2 per la Lucchese che fece una rimonta davvero clamorosa. Apuani avanti di due reti con Andrei e Tavano ma ripresi da una doppietta di Arrigoni e scavalcati dal gol di Fanucchi che in quell’occasione, e come spesso gli capita, non sbagliò regalando tre punti d’oro alla causa della Pantera.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento