Torna lo Challenge Allievi Lucca-Versilia; il poker è servito

CICLISMO - Il Comitato provinciale della FCI presieduto da Gianfranco Battaglia organizza anche quest'anno lo Challenge Allievi Lucca-Versilia, giunto alla 17esima edizione. Si comincia domenica 25 marzo con la classica Coppa Cei e si chiude ad agosto a Piano di Mommio. In mezzo altre due gare: a Montecarlo e a Pozzi di Seravezza.

-

 

Sembra ieri ed invece sono già passati tre lustri e…spiccioli. Nato nell’ormai lontano 2002, agli albori del nuovo millennio, su una brillante idea del presidente del Comitato provinciale Ganfranco Battaglia, lo Challenge Allievi Lucca-Versilia si è consacrato nel corso degli anni come una delle manifestazioni più interessanti del panorama ciclistico provinciale e regionale. In questo periodo hanno preso parte alla competizione anche talentuosi e forti ciclisti che poi si sono fatti spazio nel mondo del pedale. In realtà le difficoltà non mancano tanto che le prove fissate per l’edizione del 2018 sono quattro. La quinta , a cronometro, non è stato possibile metterla in piedi. Si comincerà tra poco, domenica 25 marzo, con la classica Coppa Cei. Si proseguirà poi ad aprile con la prova organizzata dall’US Montecarlo, una delle nostre migliori società per il settore giovanile. Terza gara altrettanto classica quella del 2 giugno che porterà lo Challenge in versilia, a Pozzi di Seravezza, con la corsa organizzata dalla storica società dell’US Pozzese. Ed infine la gran chiusura il 19 agosto, ancora in Versilia a Piano di Mommio con l’atto conclusivo che decreterà il vincitore della 17esima edizione. Ad ogni gara verranno attribuiti punti ai primi dieci classificati: da 20 punti a scalare fino ad uno. Il vincitore della prova indosserà la maglia ciclamino mentre sarà gialla la maglia del leader della classifica generale dello Challenge. Ma non solo le corse e la strada. Alla luce degli ultimi eventi legati purtroppo a nuovi casi di doping anche nel ciclismo giovanile, il Comitato Provinciale promuove un incontro per lunedì 26 marzo presso la Sala Frezzi del Coni di Lucca dal titolo piuttosto eloquente ” Stile di vita di un atleta e l’uso delle sostanze dopanti “. Vi prenderanno parte esperti del settore. L’obiettivo è quello di sensibilizzare tutti sul grave problema per costituire una cutura e una mentalità diversa nella pratica sportiva.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.