CMB Geonova sconfitto nettamente a Montale (80-62); si va alla bella

BASKET C GOLD - Seconda di play-off amara per la Geonova Lucca che al Palabertolazzi di Montale fallisce la prima opportunità di conquistare le semifinali. La partita si chiude con la vittoria del Montale per 80 a 62 che di fatto rimanda tutta la serie a gara-tre, di nuovo al Palatagliate domenica prossima alle 18,30.

-

La cronaca. In una partita che ha avuto molte similitudine con la prima giocata al Palatagliate, il Montale, come Domenica scorsa, è pronto con i motori accesi, in attesa del via sulla palla in aria. Loni fa muovere il tabellone, e Della Rosa risponde infilando una bomba, Del Debbio va a canestro e Della Rosa ancora da fuori fa centro, Loni la mette da due e ancora una volta Della Rosa mette una tripla, è un Montale molto veloce che accelera, spingendo forte sul pedale del gas, il primo quarto si chiude sul 25/15, all’andata erano otto i punti di distacco alla prima sirena. Il secondo quarto è ad appannaggio dei ragazzi di Piazza, a sostenere e spingere la squadra è Del Debbio, dodici dei diciannove punti fatti nel secondo quarto portano la sua firma, tre sono per De Falco, due per Romano dalla lunetta e due per Daniel, punti che permetto ai lucchesi di andare al riposo lungo sotto di soli quattro punti e fino a qui la partita è davvero quasi in fotocopia della precedente. Al rientro in campo delle squadra però si intuisce velocemente che la seconda metà dell’incontro non sarà uguale a quello casalingo, anzi sarà difficile e complicato, un crollo verticale delle percentuali al tiro permette ad uno scatenato Montale di rifilare altri tredici punti alla Geonova. Il quarto non si discosta dall’andamento del precedente tempino, a sette minuti dal termine i bianco/rossi sono sotto di ben venticinque punti, Piazza mette in campo quasi tutta la panchina, Pierini, Lombardi, Russo, Daniel e come quinto, a rotazione, Danesi, Loni e Romano, l’ultimo quarto va così a chiudersi  sul 19/18 e sedici punti sono per i giovani della Geonova.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.