Dialisi in vacanza: la Regione conferma i contributi

FIRENZE - Anche per l'estate 2018, come ormai fa da ben 20 anni, la Regione finanzia il progetto "Dialisi vacanze", che consente ai pazienti nefropatici cronici di andare in vacanza con la sicurezza di trovare il servizio di dialisi nelle località di villeggiatura toscane.

-

Una delibera approvata dalla giunta nel corso della sua ultima seduta conferma anche per il 2018 il finanziamento complessivo di 160.000 euro alle aziende sanitarie, che dovranno presentare i progetti mirati a garantire l’assistenza sanitaria “straordinaria” ai pazienti in dialisi.

Le persone affette da insufficienza renale cronica sono il 3-4% della popolazione. Di questa percentuale, i pazienti che effettuano la dialisi sono circa il 13%. I cittadini in dialisi sono circa il 7 per 1.000 della popolazione, e ogni anno i nuovi casi che entrano in dialisi sono circa l’1,3 per 1.000, e risultano in costante aumento.

Ogni anno usufruiscono del servizio “Dialisi vacanze” circa 600/700 persone; le prestazioni riguardano anche cittadini americani, russi, tedeschi, olandesi, svizzeri. Il servizio coinvolge soprattutto le aziende sanitarie della costa: Viareggio, Livorno, Massa Carrara (Azienda sanitaria Toscana nord ovest) e Grosseto (Azienda sanitaria Toscana sud est) . Nel 2017 i progetti mirati organizzati dalla Asl toscane hanno consentito a 756 soggetti nefropatici cronici in trattamento di organizzare un periodo di va canze in posti diversi da quelli di regolare assistenza.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.