Dramma della solitudine, clochard trovato carbonizzato

LUCCA - Un senzatetto dell'aparente eta' di 50 anni è morto nella notte nell'incendio che ha distrutto la capanna dove aveva trovato rifugio a San Concordio. Il corpo, completamente carbonizzato, è stato trovato dai vigili del fuoco intervenuti sul posto dopo l'allarme lanciato da alcuni abitanti della zona che avevano visto il fumo levarsi dal ricovero di fortuna del clochard.

-

 

L’uomo non aveva documenti ma le forze dell’ordine ritengono possa trattarsi di uno straniero dell’est che da tempo frequentava il quartiere. La baracca dove si era ricavato un giaciglio si trova nei campi a ridosso del Viale San Concordio. Secondo una prima ricostruzione il clochard potrebbe essersi addormentato con la sigaretta accesa. Dal mozzicone, o forse da un piccolo falo’ , sarebbero scaturite le fiamme che hanno avvolto le coperte senza lasciargli scampo. Ad ucciderlo, prima ancora del fuoco che ha fatto collassare la baracca, potrebbe essere stato il fumo. Sara’ l’autopsia, disposta dall’autorita’ giudiziaria, a stabilire le cause del decesso.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.