Lucca e Garfagnana, tanti turisti per la gita del Lunedì dell’Angelo

LUCCA - Cielo sereno e temperatura gradevole. Una giornata ideale quella di Pasquetta per visitare una città d'arte come Lucca. Ed infatti i turisti non sono mancati dentro le mura in queste Lunedì dell'Angelo, alla scoperta o alla riscoperta dei luoghi più suggestivi della città.

-

Comitive e famiglie, stranieri ed italiani, in tanti si sono riversati in città, grazie ad una delle prime belle giornate di una primavera fino a questo momento non troppo clemente. Oltre alle consuete piazze, a via Fillungo, e ai tanti scorci di rara bellezza del centro, ci sono state tante visite e alle torri, quella delle ore e soprattutto quella Guinigi, particolarmente apprezzata dai turisti. L’afflusso alla torre è stato davvero sostenuto per tutto il ponte Pasquale.

Tanta gente ovviamente anche sulle mura, dove si poteva godere appieno il sole di questo Pasquetta. E traffico sostenuto dei risciò, uno dei divertimenti preferiti dai turisti.

Anche la Valle del Serchio e Garfagnana sono state mète privilegate della gita fuori porta del lunedì di Pasqua. Traffico sostenuto fin dalla prima mattina sulle principali arterie di ingresso alla Valle. E tantissimi hanno deciso di arrivare sul caratteristico e sempre affascinante treno a vapore, che da La Spezia arriva fino alla stazione di Castelnuovo. La giornata poi a Castelnuovo è proseguita con la festa del volo alla Fortezza di Mont’Alfonso.

Grazie al bel tempo poi sono stati in molti ad organizzare il tradizionale barbecue nel verde o lungo i corsi d’acqua, in particolare nella zona della Val di Turrite.

Come in tanti hanno scelto come mèta Vagli Sotto, dove proprio a Pasqua ha riaperto i battenti lo spettacolare Volo dell’Angelo.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento