Scuolabus più sicuri: la campagna Aci parte dal Forte

FORTE DEI MARMI - Il Comune di Forte dei Marmi è il primo Comune ad aver risposto alla campagna lanciata dall'Automobile Club di Lucca, “A scuola sicuri”, a favore della sicurezza sugli scuolabus della provincia di Lucca.

-

Aci Lucca ha infatti riscontrato l’esistenza di un paradosso normativo: l’uso delle cinture di sicurezza sugli scuolabus è sì obbligatorio, ma solo sui mezzi che ne sono muniti. Mentre gli scuolabus che ne sono sprovvisti non sono tenuti a prevederle. Da lì, l’idea di costruire una campagna di informazione e di sensibilizzazione, coinvolgere i genitori e le amministrazioni locali, per mappare la situazione esistente e chiedere loro di inserire tra i requisiti per l’affidamento del servizio anche quello della presenza delle cinture di sicurezza a bordo, e procedere così in modo spedito affinché l’inversione di rotta partita dalla provincia di Lucca coinvolga progressivamente la Regione e poi l’intero Paese.

L’Amministrazione di Forte dei Marmi, fin dalle prime fasi del progetto si è unita all’appello dell’Aci, augurandosi anche, con questo primo passo, di orientare la scelta di altri Comuni verso la stessa direzione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento