Trenta profughi a Pietrasanta: la richiesta del Commissario

PIETRASANTA - Trenta migranti da ospitare in città dal primo gennaio 2019. La richiesta al Ministero degli Interni è partita il 1° aprile direttamente dal Comune guidato dal Commissario prefettizio Giuseppe Priolo, sparigliando le carte in piena campagna elettorale.

-

Da quanto trapelato, si tratta di una domanda per accedere al fondo nazionale per le politiche di asilo. Un piano su più anni da circa 460mila euro, di cui poco più di 20mila erogati dal Comune. Sarà un bando comunale ad individuare la struttura privata che ospiterà i trenta migranti.

A darne notizia è il vice sindaco uscente Daniele Mazzoni, che a breve presenterà la propria lista civica per candidarsi a sindaco.

I trenta migranti in questione si aggiungerebbero così ai venti già previsti a Capriglia e assegnati all’associazione Le Macine dalla Prefettura di Lucca lo scorso dicembre. L’accoglienza è stata lasciata in sospeso a inizio anno, dopo le dure contestazioni dei residenti della collina. Pietrasanta fino ad adesso è l’unico Comune della provincia di Lucca, insieme a Montecarlo, a non aver accolto ancora richiedenti asilo.

Due settimane fa il senatore ed ex sindaco Massimo Mallegni aveva scritto al Prefetto e al Commissario chiedendo lo stop a qualsiasi progetto di accoglienza su Pietrasanta fino all’insediamento del nuovo Governo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento