Chiusura col botto per “Musica e parole”

PIETRASANTA - Un excursus sorprendente, coinvolgente, ricco di emozioni. Di fronte al pubblico che venerdì sera gremiva il teatro Comunale di Pietrasanta Franco Fasano ha concluso il cartellone 2018 di "Musica e parole – Cosa resterà di quegli anni".

-

Un’appassionante cavalcata attraverso quarant’anni di carriera di cantante, compositore, autore di canzoni per bambini e di sigle musicali. Con la conduzione di Dario Salvatori, gli aneddoti sulla genesi di brani famosi si sono alternati all’esecuzione di canzoni indimenticabili.

Toccante la rievocazione della nascita della canzone “Ti lascerò”, scaturita da una lettera d’amore non corrisposto del paroliere Fabrizio Berlincioni, musicata da Fasano e portata al successo da Fausto Leali e Anna Oxa, che con quel brano trionfarono a Sanremo nel 1989. Franco Fasano si è confessato, ha ricordato le tappe della sue carriera, ha cantato suonando il pianoforte, con l’accompagnamento di Mauro Vero e del percussionista Matteo Ferrando.

Calorosi applausi sono andati a Gianni Bella, ospite d’eccezione in platea, al quale è stato dedicato un medley con “Più ci penso” e “Non si può morire dentro” in evidenza. Particolarmente felice Franca Dini organizzatrice dell’evento : “L’impegno è stato pesante – dichiara – ma il risultato non è mancato. Sono molto soddisfatta e ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuta. Stiamo già lavorando per il prossimo appuntamento: domenica 13 maggio la Bussola di Focette ospiterà l’omaggio a Chet Baker a 30 anni dalla scomparsa”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.