Lucchese deve battere il Pro Piacenza e poi può anche sperare nei playoff

CALCIO C - Sabato (ore 16,30) si giocano le gare della 38esima ed ultima giornata. Al Porta Elisa i rossoneri ricevono l'ormai tranquillo Pro Piacenza. Emergenza difesa per Lopez alle prese con gli infortuni di Baroni e Capuano. La Lucchese deve vincere e sperare nei risultati dagli altri campi per accedere ai playoff.

-

Lucchese ultimo atto. O no ? Sabato pomeriggio (ore 16,30) tutti in campo per la 38esima giornata di campionato prima degli spareggi post-season dove ovviamente i rossoneri sperano, e contano, di esserci. Due settimane fa l’ultima gara della squadra di Lopez che battè nettamente (3-0) l’Olbia rimpinguando una classifica che non si può dire quella che poteva e doveva essere. Ma non è più tempo di rimpianti nè tantomeno di recriminazioni: ora bisogna guardare agli ultimi 90′. Cinque squadre in lizza per i rimanenti tre posti playoff. La Lucchese deve vincere e sperare che Pontedera, Pistoiese e Giana Erminio (tutte in trasferta) non sappiano fare altrettanto. Rossoneri in posizione di vantaggio anche in eventuali classifiche avulse e nei confronti diretti. Più complicato invece l’approccio alla sfida con gli emiliani in una sfida dalla connotazione cromatica rossonera. Emergenza in difesa per Lopez che deve rinunciare a Baroni e Capuano. Scelte dunque quasi obbligate con l’inserimento di Dell’Amico. Riepilogando Lucchese in campo con: Albertoni in porta; Espeche, Bertoncini e Dell’Amico in difesa; Russu, Arrigoni, Damiani, Buratto e Cecchini in mediana; Fanucchi e Bortolussi in attacco.

Il pallone racconta con grande nostalgia ma con orgoglio una delle giornate più belle nella pur lunga e secolare storia della Lucchese. Era il 4 maggio 2014, esattamente quattro anni fa. Correggio, chi non ricorda ? Ultima di campionato coi rossoneri obbligati a vincere. Al 93esimo la partita è ancora inchiodata sul punteggio di 1 a 1 che non basta, ceh non serve. Ultimo assalto della Pantera col cross dalla sinistra di Nolè per la testa di Pecchioli. Goooool. Poi fu apoteosi, lacrime e gioia incontentibile. La Lucchese tornava nel calcio che conta. Come dimenticare ? Già, e chi ha dimenticato…

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.