Maggio, il mese dei fiori; ecco come fare fritti quelli di acacia

VALLE DEL SERCHIO - Il mese di Maggio è considerato il mese dei fiori. Quest'anno, però, a causa dei ripetuti temporali anche le fioriture hanno subito delle limitazioni che condizioneranno certamente la qualità e quantità di miele primaverile che di certo è quello più profumato e apprezzato.

-

Nella tradizione contadina anche le persone si nutrivano e sfruttavano le fioriture delle piante. Oggi la cucina più attenta quella più green sta riscoprendo queste antiche tradizioni per cui non è difficile trovare nei menù della nostra provincia piatti a base di fiori, ad esempio i fiori di acacia. Queste pigne bianche sono invece una vera e propria eccellenza, si cucinano in modo molto semplice: si sbatte un uovo poi si aggiunge dell’acqua meglio se ghiacciata e della farina di grano mai la doppio zera ovviamente, si mescola un pò senza preoccuparsi più di tanto di creare una vera crema. Infine si emettono i fiori nella padella a friggere. Il risultato sarà davvero eccezionale come questi cucinati dallo chef Andrea Elmi del rifugio Alpi Apuane di Careggine.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.