Omicidio in Passeggiata: sentenza confermata per il killer

VIAREGGIO - La Corte di Appello di Firenze ha confermato la condanna a 14 anni e 10 mesi di reclusione per Abdel Kader Fakhar, il 30enne marocchino ritenuto colpevole dell'omicidio di un connazionale avvenuto in Passeggiata nel marzo del 2016.

-

I giudici di secondo grado non hanno modificato la sentenza di primo grado.

Il nordafricano, incensurato ma irregolare il Italia, era stato arrestato in poche ore dagli uomini del Commissariato di Polizia di Viareggio dopo aver ucciso a colpi di coltello di fronte al cinema Odeon alle 6 del pomeriggio Ayoube El Fadili, 26 anni,  anche lui marocchino. A gennaio del 2017 era stato condannato in primo grado con rito abbreviato dai giudici di Lucca, senza l’aggravante della premeditazione. La Procura aveva chiesto 16 anni.

Il giudice aveva anche stabilito una provvisionale di 75mila euro per ciascuna delle parti offese, la giovane moglie viareggina e la madre della vittima, tutelate dall’avvocato Fabrizio Miracolo e dall’avvocato Stefano Gambini.

Tre colpi mortali, uno dopo l’altro, con un coltello da cucina dalla lama di 15 centimetri, comprato nemmeno un’ora prima dell’omicidio in un supermercato di Viareggio e ritrovato dai poliziotti nella lavastoviglie della casa a Camaiore dove viveva da circa un anno con la compagna.

La difesa di Fakhar, che si trova tuttora in carcere, farà ricorso in Cassazione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.