Guerrucci e la Mugno dominano la Scalata da Castiglione a San Pellegrino

ATLETICA - Ben 130 specialisti della corsa in montagna si sono sfidati per la 16esima edizione della Scalata all'Alpe di San Pellegrino, l'ormai ben nota e storica corsa in salita che parte dalla piazza del comune di Castiglione Garfagnana per raggiungere la piazza di San Pellegrino in Alpe a quota 1520 e dopo un ascesa continua e arcigna di ben 11 chilometri.

-

 

La gara, anche quest’anno organizzata in modo impeccabile dal G.P. Parco Alpi Apuane con la preziosa collaborazione del comitato paesano di Chiozza e di Castiglione News, e stata patrocinata dal comune di Castiglione Grafagnana. Sotto l’aspetto tecnico i forti scalatori del G.S. Orecchiella Marco Guerrucci e Anna Laura Mugno sono stati gli autentici dominatori della gara con il primo che saliva in vetta in solitario fin dai primi chilometri e faceva registrare l’ottimo tempo di 57’48”. Buon secondo posto per il giovane Filippo Bianchi del Ponte Scandicci in 1h 2’ 53” mentre chiudeva al terzo posto il vincitore delle precedenti due edizioni Marco Rocchi della Panaria Group in 1h 4’. In campo femminile Anna Laura Mugno si è imposta in 1h 7’ e ha preceduto la giovane Elena Canuto (Atl. Castello) di 5’ e la detentrice del record della gara (datato ormai 2014) Romina Sedoni del G.S. LAMMARI di oltre 6’. Nella varie categorie trionfo per Luca Diversi e Odette Ciabatti entrambi G.S. Orecchiella categoria veterani e per Claudio Simi G.P. Parco Alpi Apuane negli Argento. Il memorial Giuseppe Tagliasacchi è stato assegnato al G.S Orecchiella mentre Gli Amici di Gabriello hanno consegnato una targa a Marco Guerrucci in ricordo appunto del compianto medico Gabriello Angelini, ideatore dell’evento nel 2003. La piazzetta di Chiozza affollata di appassionati e tifosi ha ospitato il cerimoniale delle premiazioni alla presenza delle autorità con il sindaco di Castiglione Daniele Gaspari e degli assessori Gino Masini e Roberto Tamagnini cerimonieri dell’evento.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.