Nessun rispetto per i morti, violata la cappella del cimitero

CAPANNORI - Le cappelle del cimitero del capoluogo sono terra di conquista per vandali e personaggi senza scupoli ne' rispetto: sul pavimento rifiuti ed escrementi. Intanto comunque i cittadini ringraziano il sindaco Menesini per aver accolto le loro richieste riguardi il taglio dell'erba.

- 1

Dopo i ripetuti furti di rame, addirittura di vasi e statue, il cimitero di Capannori torna ad essere protagonista di una vicenda legata al degrado, a vandali e personaggi senza scrupoli ne’ coscienza ne’ rispetto per i nostri morti. Le porte delle cappelle all’ingresso principale sono sono state forzate e quello che dovrebbe essere un luogo destinato ad accogliere le bare con i defunti in attesa di tumulazione, e’ diventato un rifugio per disperati, che probabilmente ci dormono. Che sicuramente lo usano come se fosse un bagno visto che il pavimento è ricoperto di rifiuti ed escrementi. Nelle ultime settimane abbiamo ricevuto inoltre diverse segnalazioni relative all’incuria cui è abbandonato il camposanto, dove i vialetti e addirittura le tombe, sono stati invasi dalla erbacce. In alcuni casi alte quasi un metro. Una situazione che è stata segnalata direttamente al sindaco di Capannori Luca Menesini che è intervenuto personalmente visto che quando siamo andati al cimitero con le telecamere per documentare lo stato di degrado, abbiamo incontrato gli operai intenti a tagliare l’erba e a riportare l’ambiente ad unon stato accettabile. Un intervento per il quale i cittadini che ce lo avevano segnalato ci tengono a ringraziare il primo cittadino.

Commenti

1

  1. Pisani Luigina


    Ringraziare, il primo cittadino per cosa che c’è voluto quasi due mesi per far tagliare l’erba, e come l’hanno tagliata, è un cimitero che fa pietà, anche le strade sono piene di erba, dobbiamo ringraziarlo anche per questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.