Dialisi unica a Barga, scontro tra Asl e sindaci della Garfagnana

LUCCA - E' scontro sulla chiusura della dialisi all'ospedale San Francesco di Castelnuovo e il definitivo trasferimento del servizio al San Francesco di Barga, annunciato dalla Asl Toscana Nord Ovest.

- 1

 

Tredici sindaci della Garfagnana (manca solo quello di Molazzana), hanno firmato un documento con cui chiedono all’Azienda sanitaria di sospendere la chiusura, in attesa di individuare un percorso alternativo condiviso.

Per i firmatari la scelta della Asl Toscana Nord di chiudere il servizio a Castelnuovo è incomprensibile e pericolosa. Dal punto di vista economico, scrivono i sindaci, non si comprende quale sia la minor spesa collegata alla soppressione di Castelnuovo.

Ma soprattutto, spiegano i primi cittadini, questa scelta costringerebbe i pazienti garfagnini a viaggi di andata e ritorno più lunghi di mezz’ora rispetto all’attuale tragitto e in particolare non garantisce la salute di questi dializzati in caso di emergenza o urgenza.

Anzi, secondo i sindaci della Garfagnana i pazienti critici alla fine dovranno essere addirittura trasferiti a Lucca, dato che a Barga, a differenza di Castelnuovo, non ci sarebbero le strutture di sostegno necessarie a gestire le emergenze.

Da parte propria però la Asl nei giorni scorsi spiega come la Dialisi a Barga sia tecnologicamente all’avanguardia e come la presenza di un’unica struttura di riferimento consenta una gestione più funzionale delle attrezzature.

Sempre la Asl sottolinea come comunque a Castelnuovo sia prevista la permanenza di una dialisi in emergenza per i pazienti non trasportabili.

Infine l’azienda sanitaria ricorda come il progetto della Dialisi unica a Barga sia programmato fin dal 2009 e come sia stato già presentato ufficialmente nell’aprile 2015 alla Conferenza dei Sindaci della Valle del Serchio.

 

Commenti

1

  1. pier e basta


    personalmente sono felice di questa proposta, tanto come dico e come il grande Carlo Lorenzioni detto il COLLODI , il papa della favola di pinocchio,,,, noi viviamo nel paese dei balocchi,,, si vendiamo i libri e la cultura per le pagliacciate, arrivano in due ti dicono di seminare un foglio da 10 euro che domani crescerà un albero di euro , tutti li a coltivare soldi,,,,ma a chi volete che interessi se chiude la dialisi a Castelnuovo , poi tra qualche anni toccherà a barga,,,, ma ha fatto notizia di un giocatore pagato milioni di euro , che è entrato in un famoso club per vincere…. FACCIAMO RIDERE ;;;;;; CHI CI GOVERNA sa con chi a che fa….. se questo prossimo campionato di calci, gli stadi fossero vuoti , nessuno pagherebbe la TV privata,,,,, domani i grandi milionari sarebbero a vangare gli orti a 5 euro l’ ora al NERO,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.