Guido Draghi, un drago a braccia alzate al Gran Premio della Garfagnana

CICLISMO - Spettacolo sulle due ruote a Sillicagnana dove si è svolta la quarta edizione del Gran Premio della Garfagnana – Memorial Gino Bartali per la categoria juniores. Dopo i 110 chilometri percorsi alla media di quasi 42 chilometri all’ora ha vinto a braccia alzate il corridore dello Stabbia Ciclismo Guido Draghi.

-

A 4 secondi Valter Ghigino dell’Uc Casano, a 15 Martin Marcellusi (Il Pirata Z’Niper World Bike) che ha regolato un gruppetto superando il trittico del Romagnano Acco – Boscaro – Matteucci. Organizzato dal Cycling Team Livorno e riservato alla categoria juniores, non ha deluso le attese il quarto Gran Premio della Garfagnana-Memorial Gino Bartali, il grande campione fiorentino legato a questa terra. In palio anche il Memorial Eugenio Mariani. A dominare la scena è stato Guido Draghi del Gruppo Sportivo Stabbia Andia Fora che ha messo in fila gli antagonisti con l’arrivo in salita dopo un conitnui saliscendi lungo le imperviue strade della Garfagnana. Alla gara hanno preso parte 116 juniores dei quali in 38 hanno portato a termine la stessa. Gara non facile ma condotta a buon ritmo e finale in salita che consentiva a Draghi di vincere con sicurezza la gara anticipando Ghigino sicuramente tra i corridori più vivaci e brillanti della competizione. Tre dei favoriti gli troviamo nelle prime posizioni, Marcellusi, l’ex tricolore Acco e Boscaro mentre ci si attendeva qualcosa di più dall’emiliano Baroncini.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.