La materna paritaria Leone XII ancora senza sede

LUCCA - La scuola materna Leone XII non andrà neppure all'ex asilo Sacro Cuore di San Marco. Le suore sono disposte a vendere l'edificio ma non ad affittarlo. E quindi anche questa opportunità è tramontata.

-

Lo hanno confermato i genitori dei piccoli alunni, prima dell’inizio del consiglio comunale dedicato proprio al futuro delle scuole che alloggiavano in via San Nicolao.

La materna quindi non ha ancora una sede e mercoledì sera non è stata annunciata nessuna soluzione a sorpresa da parte del Comune, che sta aiutando il dirigente della scuola privata Francesco De Luca nella non facile impresa di trovare una nuova sistemazione. L’assessore Ilaria Vietina ha detto che ci sono ancora trattative in corso ma che su queste da ora in avanti sarà mantenuto il riserbo. E l’altro assessore che si sta occupando della questione, Gabriele Bove, ha assicurato che l’amministrazione farà di tutto per far trovare una nuova sede alla materna.

Il consiglio era stato richiesto dalle opposizioni in primis dalla consigliera di Forza Italia Simona Testaferrata, che ha introdotto la seduta. Poi sono intervenuti i rappresentanti della scuola, insegnanti, genitori ed anche una pediatra, per sottolineare l’eccellenza di questo istituto, che non merita di scomparire e per ribadire il trauma che ne subirebbero i bambini.

Al microfono sono andati anche i rappresentanti del Civitali e del Paladini, per chiedere al Comune di impegnarsi, per le proprie competenze, affinchè i due istituti possono iniziare regolarmente l’anno scolastico il 17 settembre in condizioni accettabili.

Poi, dopo gli interventi degli assessori, c’è stato il dibattito, con le opposizioni, in partucolare Martinelli di Forza Italia, Barsanti di Casapound, Bindocci dei 5stelle e Di Vito di SiAmo Lucca che hanno attaccato l’amministrazione comunale, accusando la giunta di aver sottovalutato il problema e di non essere stata capace di trovare soluzioni rapide. Donatella Buonriposi, che oltre che consigliere è anche il Provveditore, ha paventato la possibilità che possano risultare inagibili altri edifici scolastici, a causa della nuova normativa.

Al termine sempre le opposizioni hanno presentato una mozione per impegnare l’amministrazione a proprorre soluzioni adeguate per la Leone XII. “Mozione inutile visto che ci stiamo già impegnando”, ha ribattuto il sindaco Tambellini. E il documento è stato respinto dalla maggioranza.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.