Una bella festa per la nuova sede del Gvs Barga

BARGA - Una grande e bella festa. Con una bella partecipazione della popolazione di Barga che in questi anni è sempre stata vicina a questo gruppo di riferimento dell’impegno nel sociale.

-

Così stamani al Sacro Cuore la cerimonia per l’apertura della nuova sede del GVS di Barga, del Gruppo Volontari della Solidarietà.

E’ stata una lunga mattinata, piena di avvenimenti, aperta dallo spettacolo degli Sbandieratori di Gallicano, da sempre amici del GVS e che ha visto poi anche il classico taglio del nastro, la scopertura di una targa e la cerimonia dell’alzabandiera. Ma anche i tanti interventi della autorità che hanno ripercorso la storia del GVS, ma anche quella di un luogo magico e legato alla storia di Barga quale è sempre stato l’oratrorio del Sacro Cuore grazie soprattutto all’opera che qui svolse don Francesco Pockay.

La nuova e bella sede sorge ora proprio accanto all’oratorio del Sacro Cuore in fase di ristrutturazione anch’esso; darà finalmente un luogo funzionale e definitivo per le attività del GVS; dove continuare a svolgere il suo importante ruolo di spinta all’integrazione sociale ed all’inclusione dei diversamente abili.

Erano anni che si attendeva per questa soluzione a favore del Gruppo, che a Barga ed in tutta la zona è una vera e propria istituzione del sociale: una sede adeguata e funzionale per l’attività dei “ragazzi”, dopo che nel 2013, il terremoto del gennaio, fece chiudere la vecchia sede presente nella canonica sotto il Duomo. Da allora per il Gruppo era iniziato un lungo peregrinare, poi risolto negli ultimi cinque anni grazie all’intervento di Ivo Micchi e Antonio Boggi che hanno messo per tutto questo tempo gratuitamente a disposizione del gruppo dei propri fondi commerciali.

La sede nuova è però altra cosa. Dislocata su tre aule permette di accogliere tutti i “ragazzi” in modo da svolgere e da organizzare al meglio tutte le attività; e presto si integrerà anche con le altre attività dell’attiguo oratorio.

La cerimonia di apertura, ha visto anche la preghiera e la benedizione a cura dell’Arcivescovo della Diocesi di Pisa mons. Giovanni Paolo Benotto d come detto i saluti delle varie autorità e della presidente del GVS di Barga, Myrna Magrini.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.