Le famiglie di via della Chiesa chiedono lo stop al senso unico in via di Tiglio

LUCCA - 86 residenti di via della Chiesa a san Filippo hanno firmato una petizione, consegnata al Comune di Lucca, per chiedere il ripristino del doppio senso di marcia su via di Tiglio.

- 1

“La sperimentazione del senso unico in via di Tiglio – spiegano i residenti – ha provocato la deviazione del traffico sulle strade di quartiere come la nostra, rendendo la zona pericolosa e invivibile”.

Con la petizione si chiede quindi la limitazione del traffico su Via della Chiesa, riservando l’accesso alla stessa esclusivamente ai residenti e agli utenti della scuola materna e richiedono la deviazione del traffico proveniente da Capannori verso Lucca con il ripristino del doppio senso di circolazione su Via di Tiglio o su altre percorrenze adeguate.

Commenti

1

  1. Giorgio Deliyannis


    Non posso che convenire con le famiglia di Via Chiesa XXI )io abito in Via Martini) che tra l’altro riflettono pienamente lo statod’animo della maggioranza dei cittadini e attività residenti a S. Filippo e all’Arancio. Io personalmente dal 31 luglio al 22 agosto 2018 ho protocollato ben cinque atti per la questione.
    Ma l’assessore Marchini fa finta di essere sordo e cieco e va sulla stampa facendo dichiarazioni che non corrispondo allo stato effettivo delle cose. Per non parlare della segnaletica mal posta e fuorviante unitamente ad un agire che é un inno al disprezzo dei cittadini e attività, supportata dalla prepotenza del potere. Ma che venisse, se ha il coraggio e l’integrità politica a consultare i cittadini e vedrà cosa riceverà.
    Lui e il Sindaco devono avere il coraggio e l’etica politica di pubblicare gli atti protocollati annunciandoli su tutti media, cartacei e non, affinché i cittadini ne prendano atto e non tenerli nell’occultamento degli uffici.
    E poi la smetta di parlare di code ridotte e inquinamento diminuito, quando ha riversato nelle strade residenziali, locali di traffico e mezzi pesanti che tra l’altro il codice della strada norma il divieto di transito degli autoarticolati e autotreni. Veda cosa ha combinato il assessore il giorno 20 agosto 2018 che ci ha imprigionati in casa con le strade bloccate. Perché non lo dice e fa come gli struzzi??
    E poi si fanno esperimenti con tutto questo caso di strade sbudellate dai lavori, lavori che dovevano essere fatti non ora ma prima dell’apertura del sottopasso. Ma la prepotenza del potere non lo tiene in considerazione e schiaccia cittadini e attività.
    Se vuole fare l’esperimento con dati significativi, e non ad uso per il conseguimento dei suoi fini che sono quelli attuati in questi giorni, lo faccia quando le condizioni di traffico e di vita della città sono quell del quotidiano dopo il rientro delle ferie e l’apertura delle scuole e poi vediamo se code q inquinamento diminuiscono. La smetta con questi espedienti e questa cortina fumogena che altro non é che un insulto alla normale intelligenza del cittadino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.