Paolo Del Debbio e la griffe Monetti fanno riaprire Tenucci in Fillungo

LUCCA - Per tanti negozi storici che chiudono in Fillungo, ce n'è uno che invece riapre i battenti. E' quello di Umberto Tenucci, che era stato costretto a gettare la spugna a seguito di un'inchiesta condotta dalla Guardia di Finanza per una presunta evasione fiscale.

-

 

Da qualche giorno davanti alle vetrine del negozio è comparso un pannello con i volti dello stesso Tenucci, del giornalista Paolo Del Debbio e di Salvatore Monetti, titolare dell’omonimo marchio di abbigliamento napoletano. Del Debbio, lucchese doc, e Monetti si sono messi in società per far ripartire il negozio. E a gestire il tutto in via Fillungo, probabilmente già a partire da ottobre, sarà proprio Umberto Tenucci nel ruolo di direttore.

Ma come si è arrivati a questa rinascita? In questi due anni è stato accertato che il debito tributario a carico di Tenucci e della moglie in realtà non corrispondeva all’importo inizialmente ipotizzato dalla Finanza. In particolare, era decisamente inferiore alla soglia penalmente punibile, tanto che, proprio sotto il profilo penale, lo scorso dicembre il Tribunale di Lucca ha assolto la coppia dall’accusa di evasione.

Il negozio è stato poi riacquistato all’asta dalla nuora di Tenucci e infine è sceso in campo Paolo Del Debbio, che ha sancito l’accordo con Monetti. La prossima riapertura è stata salutata con soddisfazione dalla Confcommercio lucchese, che ha formulato il suo più caloroso in  “bocca in lupo” alla nuova avventura di Tenucci.

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.