Pestato dal branco per una ragazza: 4 giovani camaioresi arrestati

PIETRASANTA - Colpito a calci e pugni, probabilmente solo per aver rivolto un apprezzamento di troppo ad una ragazza. E' finita in ospedale con diversi traumi e fratture al volto la serata di domenica in discoteca per un giovane 22enne versiliese.

- 2

Accusati del pestaggio quattro ventenni di Camaiore (tra i 21 e i 19 anni), di cui uno già noto alle forze dell’ordine.

Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri di Camaiore, i giovani avevano trascorso la serata in un locale notturno di Marina di Pietrasanta. Lì era scoppiata una lite verbale con il giovane malcapitato, per futili moviti. Verosimilmente per qualche apprezzamento ad una ragazza del gruppo.

All’uscita del locale, poco distante, il ragazzo è stato fermato a piedi e aggredito fisicamente con violenza: uno dei quattro lo ha colpito con un forte pugno al volto facendolo cadere in terra e, successivamente, anche gli altri gli si sono scagliati contro con calci e pugni.
Immediatamente sono intervenute alcune pattuglie dei Carabinieri che hanno scongiurato il peggio e sono riuscite a bloccare gli aggressori.

Il 22enne è stato subito portato all’ospedale “Versilia” con un’ambulanza e, dopo le cure mediche, è stato dimesso con una prognosi di 30 giorni per un trauma cranico e facciale con frattura del pavimento dell’orbita oculare sinistra.
Gli aggressori, invece, sono stati condotti in caserma e dichiarati in stato di arresto per lesioni personali aggravate in concorso e, successivamente, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari. Arresto convalidato in Tribunale a Lucca: tutti e quattro hanno chiesto i termini a difesa e sono stati sottoposti all’obbligo di dimora nel comune di Camaiore con la prescrizione di non allontanarsi dal domicilio dalle 22 alle 6.

Commenti

2


  1. Troppo poco, bisognava spappolargli i ginocchi con una mazza. Hanno rischiato di ammazzare uno,come è successo a Lloret de mar,per nulla,ma i genitori dove sono e che diranno, di fronte a tanta idiozia?


  2. Vergognatevi. .la galera ci vuole altro che domiciliari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.