Stop a nuovi bar, ristoranti e gelaterie in centro storico

LUCCA – Limitare temporaneamente l'apertura nel centro storico di Lucca di nuove attività di somministrazione di alimenti e bevande. E' l'oggetto dell'intesa che Regione e Comune di Lucca hanno sottoscritto a Firenze.

-

 

Tre anni di stop a nuove aperture di attività di somministrazione di generi alimentari all’interno del centro storico. E’ giunto al termine il lungo iter che, d’intesa con la Regione, consente al comune di Lucca di arginare il proliferare di questo fenomeno. Nel giro di due anni sono stati infatti ben 15 i nuovi esercizi di questo tipo aperti che si sono aggiunti a quelli già esistenti.

Più nel dettaglio, l’intesa prevede la sospensione nel centro storico per tre anni dell’insediamento, anche per trasferimento, di nuove attività di commercio al dettaglio come bar ristoranti, pizzerie o simili, comprese le attività di somministrazione svolte in civili abitazioni, come “home restaurant” , inoltre la  produzione, preparazione o vendita di prodotti alimentari, a carattere artigianale e industriale, compresa la panificazione.

Lo scopo di questo provvedimento è quello di impedire nel centro storico una deriva difficilmente arginabile, come avvenuto in altri centri turistici, primi tra tutti Firenze o Venezia, a discapito del commercio tradizionale.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.