Lucchese Carrarese, chiamatelo pure il derby con il “festival del gol”

CALCIO C - Ghiotto posticipo nella terza giornata di andata. Rinfrancata dal successo di Pistoia la Lucchese attende giovedì sera (ore 20,30) la visita della capolista Carrarese, una delle grandi favorite del torneo. Favarin avrà a disposizione anche Mauri e Castagna. Il derby coi marmiferi è sfida infarcita spesso da tante reti.

-

Arezzo, Pistoiese ed ora…Carrarese nel turno infrasettimanale con vista sulla durissima trasferta di Alessandria. Tutto si potrà dire men che il calendario abbia regalato alla Lucchese un avvio come suol dirsi morbido. Tonificata nel morale e nella classifica, ma si teme una pesante penalizzazione dopo il deferimento di queste ultime ore, la Pantera ha ancora voglia di tirare fuori gli artigli. In realtà la preda è di quelle toste che da cacciata può diventare cacciatore. In effetti l’avvio di campionato della Carrarese di Silvio Baldini è stato imperioso: 5 reti all’Arzachena, quattro alla Juventus B, che ancora non si è capito cosa c’entri con questo campionato, tanto da far capire che Tavano & C. fanno sul serio, maledettamente sul serio. Favarin, che a centrocampo recupera Castagna e avrà finalmente anche Juan Mauri, sa che avrà di fronte un avversario fortissimo, uno dei migliori del girone. Il tecnico valuta con attenzione le scelte anche se l’undici iniziale non dovrebbe discostarsi troppo da quello che ha espugnato il Marcello Melani di Pistoia. Proviamo a snocciolare l’undici di partenza con: Falcone tra i pali, Gabbia, De Vito e Martinelli in difesa; Lombardo, Greselin, Juan Mauri, Strechie e Favale folta cerniera mediana; De Feo e Bortolussi in attacco. Il pallone racconta che al Porta Elisa Lucchese e Carrarese si affrontano con continuità ormai da quattro anni consecutivi. Sfide, è la numero 30 a Lucca, spesso infarcite da tante reti e spettacolari. Ricordiamo anche un clamoroso 4-5 della primavera 2016 andiamo a rivedere il 3 a 2 con cui i rossoneri piegarono lo scorso anno i marmiferi. Era il 29 ottobre 2017, quindi poco meno di un anno fa. Carrarese avanti 2 a 0 dopo una ventina di minuti grazie alle reti di Andrei e del solito implacabile Ciccio Tavano. Sambrava l’inizio della fine per la squadra allora guidata da Giovanni Lopez. Ma la Pantera ebbe un sussulto di orgoglio. Sicchè Arrigoni accorciò le distanze all’incedere della mezz’ora. Lo stesso piccolo mediano romagnolo impattò sul 2 a 2 in avvio di ripresa. Ma il suggello di gran classe alla clamorosa rimonta lo mise Jacopo Fanucchi al 60esimo. Una vittoria bellissima e ad un certo punto insperata. Bissarla giovedì sera non sarà facile, ma provarci non costa davvero nulla.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.