Mara Carfagna devolve l’indennità da vice presidente alla Casa delle Donne

VIAREGGIO - Alla Casa delle Donne di Viareggio la mensilità di settembre ricevuta come indennità da vicepresidente della Camera dei Deputati: l'Onorevole di Forza Italia Mara Carfagna, già Ministro per le pari opportunità del Governo Berlusconi, ha scelto l'associazione versiliese – titolare dell'unico Centro anti violenza del territorio, “L'Una per l'Altra” – come beneficiaria dell'aiuto economico destinato, mese per mese, a sostenere realtà del volontariato impegnate nella tutela delle donne, dei minori, della famiglia e dei disabili.

-

Un percorso iniziato ad aprile, quando la collega parlamentare Deborah Bergamini aveva incontrato le referenti della Casa raccogliendo le loro preoccupazioni e incertezze: “Queste persone – ha ricordato Bergamini – sono i motori potenti e silenziosi di un progetto sociale preziosissimo, fatto di assistenza, protezione e prevenzione e strutturato sulla partecipazione, l’inclusione attiva e la cultura accessibile: un simbolo di libertà che tutti noi abbiamo il dovere di sostenere e valorizzare”.
Da qui la segnalazione alla vicepresidente Carfagna, i contatti intercorsi attraverso il coordinamento comunale di Viareggio di Forza Italia, fino alla telefonata che ha confermato la decisione di devolvere alla Casa delle Donne l’indennità mensile di ruolo: “E’ un piccolo gesto – ha sottolineato la deputata forzista – che spero sia utile a creare attenzione, oltre che dare un aiuto materiale. Le donne, i minori, la famiglia, i disabili, sono battaglie in cui credo da sempre: oggi, purtroppo, vengono combattute affidandosi quasi esclusivamente alle forze del volontariato. A loro, per quanto mi è possibile, voglio essere vicina in modo concreto”.
Una vicinanza, quella con la Casa delle Donne di Viareggio, che le due parlamentari di Forza Italia intendono coltivare e promuovere: “Dal 2001 – concludono Carfagna e Bergamini – questa struttura ha accolto e sostenuto nel percorso di fuoriuscita dalla violenza oltre 1700 donne, grazie al lavoro delle operatrici volontarie. Per proseguire in questo delicato e inestimabile servizio, ha bisogno di serenità, stabilità e di tutto l’aiuto possibile: siamo a disposizione, per sostenerla, nei modi e nei tempi che le amiche di Viareggio riterranno utile concordare insieme”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.