Olio d’oliva: un’annata ottima ma non abbondante

VERSILIA - Annata “ni” per l’olio in Versilia. Dopo una partenza super positiva la produzione delle olive si assesta su una carica media. “Inizialmente sembrava un’annata più promettente” fanno sapere dalla Confederazione Italiana Agricoltori.

-

http://https://youtu.be/j_3XDvfPXG0

“in ogni caso il dato positivo è che la mosca olearia per il momento non si è fatta praticamente sentire permettendo alle piante di far crescere frutti buoni e in salute e che renderanno quindi un ottimo olio”. Se la mosca non c’è stata… i contadini dovranno prestare comunque molta attenzione alle proprie piante, nei mesi più caldi si sono infatti evidenziati gli effetti delle basse temperature invernali: disseccamenti di rami o nei casi peggiori di intere branche. “Niente paura, per risolvere il problema” spiega Massimo Gragnani, agrnomo CIA Versilia – “sarà sufficiente provvedere con potature mirate ad eliminare le parti disseccate per ricostituire la chioma delle piante”. Le gelate invernali non hanno però solo contribuito a far seccare le piante ma hanno anche contribuito a diffondere la “rogna”, pericoloso batterio dell’olivo. Evitati questi problemi con le dovute precauzioni e con i consigli degli esperti CIA Versilia, resterà ai produttori e soprattutto ai consumatori un olio versiliese, forse quantitativamente non ai massimi livelli, ma di ottima qualità in tavola.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.