Balneazione, Del Dotto: “Viareggio e Regione Toscana facciano la loro parte”

CAMAIORE - C'è un nuovo ostacolo a far slittare, probabilmente anche per il prossimo anno, l'accordo sulla balneazione. L'oggetto della contesa da parte dei comuni di Viareggio e di Camaiore che fino a ieri riguardava la sperimentazione del paracetico, l'acido utlizzato contro i batteri del mare diventa un altro: chi pagherà gli spandenti a mare, ovvero le tubature sottomarine che portano le acque dei fiumi lontano dalla riva?

-

Da parte della Regione Toscana sembra esserci un dietrofront rispetto all’accordo firmato nel 2014 che era stato interamente finanziato per circa 42 milioni di euro tra interventi alle foci e alle reti fognarie.

Manca l’ultimo step appunto, quello dell’acquisto degli spandenti, ma a quanto pare c’è stato un ripensamento, peraltro non confermato, perché gli uffici dell’ente regionale, appositamente contattati, non si sono espressi a seguito del tavolo tenutosi qualche giorno fa per approvare la modifica all’accordo di programma.

L’amministrazione Del Ghingaro pretende dalla Regione la copertura finanziaria al 50 per cento per l’acquisto degli spandenti. come d’altronde previsto dal protocollo e per questo non ha firmato la recente modifica all’accordo di programma.

Una posizione da cui prende le distanze, ancora una volta, Il sindaco di Camaiore Del Dotto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.