Diabete, glicemia sotto controllo grazie a un sensore sottopelle

FIRENZE - Un sensore sottopelle e uno smartphone per monitorare costantemente la glicemia. Passi in avanti nella tecnologia, sempre più in aiuto dei malati di diabete, che negli ultimi anni stanno crescendo con cifre raddoppiate nella sola Versilia, dove l'8 per cento della popolazione ha il diabete.

-

Uno specchio fedele di un allarme forte a livello nazionale. Ma come si può ridurre il rischio di gravi complicazioni e ricadute sulla qualità della vita? Fondamentale, dicono gli esperti, è fare prevenzione, oltre che effettuare un autocontrollo puntuale, mantenendo la propria glicemia entro un target prestabilito.

E’ oggi disponibile, infatti, un sensore impiantabile sottocute in grado di misurare la glicemia fino a 180 giorni e di inviare, attraverso un trasmettitore removibile, i dati raccolti al cellulare su cui vengono visualizzati in modo semplice e intuitivo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.