La banda del Bancomat non si ferma più; colpo nel Compitese

CAPANNORI - I malviventi sono riusciti a portar via la cassaforte del bancomat, che solo poche ore prima era stata riempita di denaro, e hanno messo a segno un colpo che, secondo una prima stima, potrebbe aver fruttato loro alcune decine di migliaia di euro.

-

La banda, ormai ribattezzata del bancomat, stavolta ha preso di mira la filiale della Cassa di Risparmio di Lucca a Castelvecchio di Compito. I malviventi hanno agito rapidamente, in pochi minuti e si sono dileguati prima dell’arrivo di carabinieri e guardie giurate. La tecnica utilizzata per il colpo farebbe escludere che si tratti della banda dell’acetilene. I banditi, sono entrati servendosi di una porta sul retro dell’edificio della filiale, chiusa peraltro da tempo: è infatti rimasto attivo soltanto lo sportello bancomat. Sono riusciti a fare un foro molto preciso nel vetro della porta, da cui poi con filo di ferro o un uncino sono riusciti ad aprire dall’esterno il maniglione antipanico. E’ stato poi relativamente agevole accedere allo sportello del bancomat e forzare il macchinario che eroga le banconote portando via le cassette con il denaro. A poco è valso l’allarme, collegato con le forze dell’ordine. I malviventi sono riusciti a farla franca, portando via i soldi e fuggendo per le strade del compitese. Sul posto sono giunti i carabinieri del radiomobile e delle stazioni della Piana di Lucca, che si sono messi subito in azione alla ricerca dei malviventi e sono riusciti anche ad intercettarli. Ne è nato un inseguimento in direzione Bientina che si è risolto però in un nulla di fatto. Le ricerche e le indagini tuttavia proseguono serrate per risalire ai responsabili del furto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.