Un nuova biblioteca per studiare la storia di Massarosa

MASSAROSA - Un centinaio di libri donati alla biblioteca comunale di Stiava. E' il gesto di generosità dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della provincia di Lucca per la struttura che sorge a Villa Gori.

-

Volumi che, nell’ambito del progetto “Libro parlato”, venivano letti e registrati affinchè i ciechi potessero ascoltarli. Ma adesso, fortunatamente, le case editrici forniscono direttamente i testi in formato audio-elettronico. E così sono rimasti in dote all’associazione un migliaio di libri tradizionali, che stanno distrubuendo a varie realtà toscane.

Un sostegno alla biblioteca che dal suo trasferimento a Villa Gori, ormai otto anni fa, ha guadagnato presenze e utenti. Nell’occasione il sindaco Franco Mungai, che ha ringraziato l’Unione Ciechi per la continua collaborazione, ha annunciato l’apetura nel capoluogo nel fabbricato Ifi di un nuovo centro bibliotecario.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.