Alberghiero Colombo allagato: studenti rimandati a casa

VIAREGGIO - Ancora guai per l'Istituto Alberghiero Marconi di Viareggio ospitato nei locali dell'ex collegio Colombo in Darsena. Nove classi, 150 studenti, stamani sono stati rispediti a casa prima dell'inizio delle lezioni per le cucine allagate e inagibili e il cortile sott'acqua.

-

E’ passata da poco una settimana dal crollo di un controsoffittto che ha reso inagibile almeno la metà dei locali del Colombo e con il maltempo dello scorso fine settimana i guai per ll vecchio e malandato stabile sono aumentati. Stamani all’apertura della scuola il cortile esterno, proprio di fronte all’ingresso principale, si presentava completamente allagato a causa della rottura di una tubazione esterna. All’interno le cose non sono andate meglio. La pioggia battente di questi ultimi giorni è entrata nelle canne fumarie ed ha provocato l’allagamento di alcune stanze della cucina semiinterrata, costringendo la Provincia, proprietaria dello stabile, a intervenire subito con opere di idraulica e muratura. Per eseguire questi interventi, gli operai della Provincia hanno dovuto staccare l’acqua e stamani, all’apertura dell’alberghiero, i lavori non erano ancora terminati. Costringendo il preside dell’istituto Lorenzo Isoppo a rimandare a casa gli studenti di 9 classi.

Intanto il Presidente della Provincia Menesini, chiamato in causa dal sindaco Del Ghingaro (che sabato aveva dato un ultimatum a Palazzo Ducale) replica al primo cittadino di Viareggio affermando di avere trovato per l’alberghiero due milioni e mezzo di euro per la sua riqualificazione.

“A questo punto,  dopo che la parte difficile del reperimento fondi l’abbiamo fatta, non c’è bisogno di nessun commissario, c’è bisogno semplicemente di collaborazione, da parte di tutti, e mi auguro che cominci a diventare continuativa e fattiva da subito, perché questo è quello che serve”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.