Diocesi di Lucca, in dieci anni raddoppiati i poveri che si rivolgono alla Caritas

LUCCA - Sempre più famiglie povere si rivolgono alla Caritas nella diocesi di Lucca. Addirittura, nel giro di dieci anni le persone in difficoltà che si rivolgono ai centri di ascolto sono più che raddoppiate: nel 2017 sono state 1721.

-

Questo il preoccupante dato evidenziato dalle pagine del Rapporto sulla povertà in Lucchesìa e Versilia, presentato alla curia arcivescovile a Lucca.
Il rapporto  è uno spaccato sulle storie di povertà, di solitudine, spesso di esclusione che gli operatori dei Centri della Caritas incontrano, offrendo uno spazio di ascolto, relazione e di prima risposta ai bisogni di un numero consistente di individui, fortemente eterogeneo per età, nazionalità, genere, formazione scolastica e professionale.

Molte delle persone che ricorrono al centro di ascolto per la prima volta poi ritornano anche successivamente, perchè uscire dalla palude della povertà è difficile. Perchè la povertà è una brutta bestia ha concluso Donatella Turri, e per combatterla è necessario l’aiuto di tutta la comunità, con una nuova rete di relazioni il più possibile includenti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.