Un’area naturale dimenticata nel cuore di Viareggio

VIAREGGIO - Chissà in quanti ci passano ogni giorno senza sapere che oltre quella staccionata si nasconde un gioiello di biodiversità, un'area umida selvaggia, ultima erede dell'antica Macchia Lucchese, racchiusa nel perimetro urbano della Pineta di Ponente, tra via Buonarroti e via Zara.

-

C’è solo un cartello che informa i passanti del valore di quel rettangolo di natura, apposto a fine settembre dai volontari di Legambiente. Che oggi chiedono al Comune di valorizzare al meglio quest’area con cartellonista e percorsi pedonali.

La difesa dell’immenso patrimonio arboreo del nostro territorio, in parte purtroppo compromesso per incuria o per l’infestazione da manzucocco, è una sfida davvero difficile. Ma secondo Legambiente la prevenzione e la programmazione delle potature è la strada giusta, evitando le capitozzature selvagge.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.