Addio a Giorgio Galli, genio dei movimenti

VIAREGGIO - Il Carnevale piange la scomparsa di Giorgio Galli, artista della cartapesta ed autentico genio dei movimenti. Classe 1928, era fratello dei costruttori Renato e Arnaldo. Proprio con Arnaldo ha firmato tre primi premi “Piangerò domani” del 1985, “I rompi… balle” del 1986 e “Un punto più del diavolo” vincitore nel 1987.

-

Giorgio Galli è considerato un rivoluzionario nella carpenteria del Carnevale. Non solo perché introdusse il ferro anche nei movimenti più piccoli e particolari; ma, grazie alla sua genialità e abilità tecnica, fu possibile il famoso super carro “Guerra e pace”, da tutti conosciuto come “La bomba”, firmato dal fratello Arnaldo nel 1973, per celebrare i primi cento anni del Carnevale di Viareggio. Giorgio Galli contribuì all’invenzione di quel meccanismo semplice, ma efficace, che permise ai famosi 24 palloni in cartapesta di aprirsi insieme, durante la cerimonia di inaugurazione dei Mondiali di Calcio Italia 90, in mondovisione.

Durante la sua carriera lavorativa ha messo la sua creatività e la sua sapienza a disposizione di molti costruttori, oltre ai fratelli Renato e Arnaldo, al nipote Fabrizio, e a Gionata Francesconi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.