Onore 10 bersaglieri caduti nella Prima Guerra Mondiale

ALTOPASCIO - Sono dieci i bersaglieri altopascesi morti durante la Prima Guerra Mondiale. Si chiamano Zeffiro Benedetti, Alberto Borrini, Iacopo Carrara, Guglielmo, Collodi, Vincenzo Mazzanh, Franco Nelli, Alfredo Pagni, Pietro Riccomi, Roberto Seghetti e Angiolo Italo Tonini: il più anziano aveva 27 anni e il più giovane 19.

-

Da sabato 29 dicembre, al monumento ai caduti di piazza Gramsci, c’è una corona anche per loro. L’ha voluta l’amministrazione comunale, che in collaborazione con il Museo del Risorgimento e con la sezione lucchese dell’Associazione nazionale Bersaglieri, ha ospitato la Fanfara dei Bersaglieri di Lucca, come omaggio a chi non ha più fatto ritorno a casa, a 100 anni esatti dalla fine del primo conflitto mondiale. Presenti, oltre al vicesindaco, Daniel Toci, agli assessori, Ilaria Sorini e Martina Cagliari e al consigliere comunale, Fabio Coppolella, anche le associazioni combattentistiche e d’arma, le realtà di volontariato del territorio e l’Anpi. Dopo l’esecuzione dell’Inno nazionale, si è tenuto il momento più toccante della giornata, con l’appello dei dieci bersaglieri altopascesi caduti in guerra. A seguire la deposizione di una corona, l’intonazione dell’Inno del Piave, la benedizione e poi l’esecuzione del Silenzio. La Fanfara ha poi attraversato il centro cittadino per concludere la manifestazione in piazza Ricasoli, dove si è esibita con il proprio inconfondibile repertorio a passo di corsa.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.