Uomo investito da un treno: allarme spaccio alla Bufalina

VIAREGGIO - Poteva finire in tragedia per un 49enne torrelaghese, investito da un treno in transito in zona Bufalina, poche centinaia di metri più a sud della stazione ferroviaria di Torre del Lago. Per fortuna il treno l'ha solo colpito di striscio, provocando ferite ad un arto.

-

L’uomo è trasportato in elisoccorso Pegaso all’ospedale pisano di Cisanello. Non risulta in gravi condizioni. Il fatto è successo nella tarda mattinata. Ancora da stabilire con esattezza la dinamica dei fatti, ma da una prima ricostruzione sembra che l’uomo stesse attraversando i binari  – conducendo a mano una bici – per raggiungere la pineta, quando il treno l’ha colpito.

Una tragedia solo sfiorata stavolta. Non ci fu scampo invece per Mattia Musumeci, il 27enne di Torre del Lago ucciso dal treno nell’ottobre del 2016 in quello stesso punto mentre camminava lungo la ferrovia. Un dramma che spinse la madre, Franca Carnicci, a chiedere la costruzione di un muro che impedisse l’accesso diretto e non autorizzato ai binari. Quel muro è stato costruito, ma il via vai di persone c’è ancora. Come mostrano queste immagini, girate subito dopo quest’ultimo incidente.

Quel tratto di pineta della Bufalina, nel Comune di Vecchiano ma a pochi passi dal centro della frazione pucciniana, è del resto noto a tutti, forze dell’ordine incluse, come una delle più fiorenti piazze dello spaccio di droga tra la Versilia e Pisa. Infiniti gli allarmi dati dai residenti della zona.

Oggi a chiedere che la stradina lungo i binari sia chiusa definitivamente è Massimiliano Baldini, Consigliere comunale torrelaghese del Movimento dei Cittadini che nei giorni scorsi aveva incontrato il vice prefetto di Pisa Valerio Massimo Romeo (ex Commissario a Viareggio) per sollecitare un intervento.

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.