Il turismo vola, il commercio no; Confcommercio chiede aiuto contro le vendite on-line

LUCCA - Il turismo vola, il commercio tradizionale no. E' partendo da questa premessa che Confcommercio ha convocato in San Francesco gli stati generali dei due settori.

- 1

In vent’anni gli arrivi e le presenze turistiche a Lucca sono più che raddoppiate, mentre il numero delle imprese è rimasto sostanzialmente inviariato, con una tendenza al ribasso. Le organizzazioni di categoria chiedono in primo luogo interventi di carattere nazionale per sostenere i negozi tradizionali nell’impari battaglia contro le vendite on line.

Ma Confcommercio chiede anche iniziative da parte delle istituzioni locali per non affossare le imprese. Da parte propria il sindaco Tambellini ha ricordato che il Comune ha già istituito una moratoria sulle nuove aperture di ristoranti, bar e pizzerie. Un prossimo passo potrebbe essere costituito da un’altra moratoria, stavolta sugli affitti, diventati ormai sostenibili solo dalla grosse catene commerciali. Il Comune potrebbe assumere iniziative per incentivare un raffreddamento dei canoni.

 

Commenti

1


  1. Nel mondo di oggi la vendita online è diventata una realtà reale pero bisogna capire è che le istituzioni come comuni e per primo le istituzioni nazionali lo stato dia una mano alle piccole imprese per controbattere i grossi colossi online per il fatto che le piccole imprese creano benessere nel proprio paese creando benessere e posti di lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.